Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

IL MINISTRO ANGELINO ALFANO A BARCELLONA SUI LUOGHI DELL’ATTENTATO

Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, è giunto a Barcellona per portare le sue condoglianze alla città colpita dall’attentato del 17 agosto ed incontrare i familiari delle vittime e dei feriti italiani. Al suo arrivo il Ministro Alfano è stato accolto, in aereoporto, dal Ministro degli Esteri spagnolo, Alfonso Maria Dastis Quecedo. Alfano ha abbracciato il suo omologo, esprimendo la sua profonda commozione e il cordoglio dell’Italia, Paese da sempre amico fraterno della Spagna.

“I terroristi – ha affermato Alfano – attaccano il nostro bene più grande che è la nostra libertà e noi dobbiamo difenderla con fierezza e orgoglio. Per difenderla è necessaria una risposta coordinata che metta insieme una strategia di intelligence, una strategia militare, una strategia culturale e il rafforzamento di tutte le norme che in tutti i Paesi contrastano il terrorismo”. I due ministri si sono poi appartati per un colloquio approfondito sugli ultimi dolorosi eventi. Successivamente, il Ministro Alfano – accompagnato dallo stesso Dastis e dal Presidente della Generalitat di Catalogna, Carles Puigdemont – ha visitato i luoghi dell’attentato, ove ha deposto, nel tratto della Rambla di Barcelona in corrispondenza del mosaico di Miró, una corona di fiori in omaggio alle vittime, ed ha firmato – accolto dal Vice Sindaco di Barcellona Jaume Collboni – il libro di condoglianze aperto presso il Municipio di Barcellona.