Este sitio utiliza cookies técnicas, analíticas y de terceros.
Al continuar navegando, acepta el uso de cookies.

Preferencias cookies

Inaugurazione del padiglione italiano alla Fiera Alimentaria (18 marzo 2024). Promozione della candidatura della cucina italiana a patrimonio immateriale dell’umanità

Alimentaria

Il Presidente dell’Italian Trade Agency, Matteo Zoppas, insieme al Ministro Consigliere dell’Ambasciata d’Italia, Benedetto Giuntini, del Direttore dell’ufficio ITA a Madrid, accompagnati dal Console Generale d’Italia, Emanuele Manzitti, hanno inaugurato il padiglione italiano presso Alimentaria, una delle più grandi manifestazioni fieristiche del settore agro-alimentare.

Si tratta di un settore in cui l’Italia svolge un ruolo da protagonista, riflesso nella presenza di oltre 190 imprese, 50 delle quali ospitate nel padiglione dell’Italian Trade Agency, più di 40 ospitate dalla Camera di Commercio per la Spagna e dalla Camera di Commercio Italiana a Barcellona, e numerose altre negli stand delle Regioni Piemonte e Campania.

La presenza italiana in fiera è il risultato di un intenso lavoro di squadra che trova la sua forza nella dinamicità del tessuto imprenditoriale italiano, sinonimo di qualità, di creatività, di tradizioni secolari, ma anche di innovazione e di sostenibilità e nel collante e sostegno offerti dalle istituzioni.

Il settore agroalimentare contribuisce per circa 60 miliardi di Euro alle esportazioni italiane nel mondo, di queste 2,6 miliardi trovano sbocco nel mercato spagnolo. La Spagna è il quarto mercato in assoluto è il terzo in Europa per il complesso delle nostre esportazioni.

Al termine della giornata, si è tenuto, organizzato da ITA e dalla due Camere di Commercio, un evento di promozione della candidatura della candidatura della cucina italiana a patrimonio immateriale dell’umanità UNESCO. Candidatura promossa dal Ministero della Cultura e dal Ministero dell’Agricoltura, Sovranità Alimentare e Foreste.