Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Riunione della rete consolare in Spagna presieduta dall'Ambasciatore Guariglia (13 ottobre 2022)

Data:

20/10/2022


Riunione della rete consolare in Spagna presieduta dall'Ambasciatore Guariglia (13 ottobre 2022)

L’Ambasciatore Riccardo Guariglia ha presieduto oggi una duplice riunione riguardante la rete consolare in Spagna, cui hanno partecipato, dapprima, i Capi degli Uffici consolari di prima categoria (Barcellona e Arona), i due Consiglieri CGIE e i tre Presidenti dei Comites presenti in Spagna (a Madrid, Barcellona, e Arona). La riunione è stata quindi allargata a tutti gli esperti delle diverse Amministrazioni presenti in Ambasciata e ai Consoli Onorari italiani in Spagna e Andorra (22 in tutto). Si è trattato della prima riunione presenziale di tale natura dopo la pandemia.

Le riunioni in parola hanno rappresentato un’utile occasione per esaminare i problemi della collettività italiana residente in Spagna e ad Andorra e le modalità per accrescere coordinamento, cooperazione e sinergie tra tutti i partecipanti, anche nei settori della promozione economica e culturale, in una ottica integrata di promozione del Sistema Italia nel suo complesso.

La rete consolare in Spagna ed Andorra assiste circa 250.000 connazionali residenti - la cui comunità registra un costante tasso di crescita che si attesta, nell’intero Paese, su una media del 5% annuo, con punte, in alcune zone, che arrivano a superare l’8% - oltre che e decine di migliaia di turisti che transitano annualmente nella circoscrizione di competenza.

L’Ambasciatore Guariglia ha ringraziato l’intera rete consolare “per il prezioso lavoro compiuto, da ultimo per assicurare un corretto svolgimento del voto in Spagna e ad Andorra alle elezioni politiche italiane”, ed ha “incoraggiato tutti i partecipanti a sentirsi sempre più parte del Sistema Italia, anche in termini propulsivi di italianità, in raccordo con l’Ambasciata”. Egli ha altresì rivolto un invito ai tre Comites e ai due membri del CGIE a sentirsi anch’essi parte del Sistema Italia e, pertanto, a lavorare a stretto contatto con tutta la rete consolare e con l’Ambasciata.


871