Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, incontra la collettività italiana a Barcellona.

Data:

25/01/2017


Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, incontra la collettività italiana a Barcellona.

Nel corso di una sua visita a Barcellona per partecipare al Secondo Forum regionale dell’Unione per il Mediterraneo (UpM) in qualità di Presidente di turno dell’Assemblea interparlamentare dell’UpM, il Presidente del Senato italiano, Pietro Grasso, ha incontrato la collettività italiana, nella serata dello scorso 23 gennaio, presso la storica Casa degli Italiani di Barcellona, una fra le più antiche associazione di italiani all’estero ancora in attività.

Nel corso dell’incontro pubblico alla Casa degli Italiani, il Presidente del Senato è stato accolto dall’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Stefano Sannino, dal Console Generale a Barcellona, Stefano Nicoletti e dal Presidente della Casa degli Italiani, Giuseppe Meli.

Il Console Generale ha introdotto al Presidente Grasso le testimonianze di alcuni italiani che sono stati scelti per mostrare alcune sfaccettature della multiformità e ricchezza delle presenze italiane a Barcellona.

In particolare sono intervenuti:

- Il Presidente della Casa degli Italiani, Giuseppe Meli, in rappresentanza delle numerose associazioni italiane operanti a Barcellona;

- il Presidente della Camera di Commercio Italiana di Barcellona (CCIB), Igor Garzesi in rappresentanza di una presenza imprenditoriale italiana in Catalogna che è di forte e lunga data ed annovera presenze importanti in molteplici settori fra i quali: l’agro-alimentare (Ferrero, Barilla), l’alta moda (Zegna, Prada, Gucci, Brioni, Scervino, Cucinelli, Ferragamo, La Perla, Bottega Veneta; Brioni e numerosi altri), il settore assicurativo e finanziario (Assicurazioni Generali, EON, Mediolanum, InvestIndustrial), quello farmaceutico (Chiesi, Menarini, Angelini, Zambon, Vivisol), quello dell’illuminazione (i Guzzini, Artemide), quello marittimo (Grimaldi, Grandi Navi Veloci, Costa Crociere, Eugenio Messina), oltre ad un numero importante di uffici di rappresentanza di aziende italiane;

- Federico Casci, funzionario Internazionale del Progetto europeo “Fusion for Energy” con sede a Barcellona in rappresentanza dei numerosi scienziati e funzionari internazionali presenti a Barcellona. Oltre 60 scienziati e funzionari italiani lavorano infatti nella sede di Barcellona del centro europeo "Fusion for Energy", parte del progetto internazionale ITER che rappresenta il più grosso sforzo sperimentale a livello mondiale per dimostrare la percorribilità scientifica e tecnica della fusione nucleare quale fonte pulita di energia.
- Francesca Bria, Assessore alle Tecnologie e Innovazione Digitale del Comune di Barcellona, chiamata di recente da Londra, ove lavorava nell’Agenzia per l’Innovazione del Governo britannico, ad unirsi all’équipe municipale di Ada Colau, per operare nel settore – in cui Barcellona è all’avanguardia - delle nuove tecnologie al servizio della città (“Smart city”) e dell’Innovazione Digitale.

Il Presidente Grasso ha quindi parlato al folto pubblico intervenuto per l’occasione ed ha firmato il libro d’onore della Casa degli Italiani che annovera le firme di moltissimi personaggi illustri, da Pirandello a Ungaretti e Quasimodo, da Marinetti a Maria Montessori, da Alfonso XIII Re di Spagna a Luigi Amedeo di Savoia Duca degli Abruzzi, da Cossiga e Andreotti a Pavarotti e Marconi.

Durante la sua missione a Barcellona il Presidente Grasso ha anche visitato l’Istituto Italiano di Cultura e l’Istituto Scolastico Italiano, intrattenendosi con alcune classi della scuola materna, di quella elementare e della media.


358