Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

L’Italia alla fiera internazionale IBTM WORLD di Barcellona per promuoversi come destinazione privilegiata del turismo d’affari e congressuale.

Data:

30/11/2016


L’Italia alla fiera internazionale IBTM WORLD di Barcellona per promuoversi come destinazione privilegiata del turismo d’affari e congressuale.

La Fiera internazionale IBTM World – una delle più importanti al mondo dedicata al turismo incentive, ai viaggi di affari ed al turismo convegnistico e congressuale - ha aperto ieri, 29 novembre, le sue porte a Barcellona. Per la sua 29esima edizione sono presenti circa 3.000 espositori di circa 150 Paesi diversi e sono attesi, nei tre giorni di svolgimento sino al prossimo 1 dicembre, circa 15.000 professionisti del settore.
L'Italia vi è presente con un grande stand organizzato dall'ENIT che ospita 48 co-espositori (Convention bureau; società organizzatrici di grandi eventi o di convention aziendali e congressi; centri congressi e fiere; grandi catene alberghiere). Non mancano altresì presenze italiane al di fuori di detto spazio, quali uno stand autonomo della Sicilia ed uno della Sardegna, oltre ad alcuni singoli operatori o catene alberghiere.

Ieri il Console Generale a Barcellona, Stefano Nicoletti ed il Direttore Esecutivo ENIT Giovanni Bastianelli, hanno inaugurato lo stand Italia, portando il saluto istituzionale agli espositori, nel corso di un briefing previo all'apertura al pubblico della Fiera.
Giova ricordare che l'Italia ha mantenuto anche nel 2015 il sesto posto nel ranking ICCA dei meeting internazionali - con 504 incontri che fanno segnare un 11,5% in più rispetto al 2014 - preceduta solo da Stati Uniti, Germania, Regno Unito, Spagna e Francia.

Per quanto concerne gli spagnoli, i dati 2015 quantificano a 15,14 milioni di persone i loro viaggi verso l'estero, di cui un 17,1% per motivi di lavoro o congressuali. L'Italia figura come il secondo Paese estero (dopo la Francia) maggiormente visitato dagli spagnoli per ragioni di lavoro (12,8% del totale), con una spesa quantificabile a circa 165 milioni di Euro.
Le regioni italiane più richieste come destinazioni dei flussi turistici MICE (Meetings, Incentives, Conventions e Exhibitions) risultano essere la Toscana, il Veneto, la Campania, il Lazio, la Lombardia, la Sardegna e la Sicilia.


351