Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

BANDO DI BORSE DI STUDIO OFFERTE A STUDENTI STRANIERI O CITTADINI IRE DAL GOVERNO ITALIANO Anno Accademico 2013/2014

Data:

07/05/2013


BANDO DI BORSE DI STUDIO OFFERTE A STUDENTI STRANIERI O CITTADINI IRE DAL GOVERNO ITALIANO Anno Accademico 2013/2014


Introduzione
Le borse di studio sono concesse ai cittadini stranieri o IRE, dei soli paesi destinatari di tali provvidenze, per portare a termine studi formali e/o per seguire programmi di studio o ricerca, bilaterali o multilaterali, in Italia. Mirano a favorire la cooperazione culturale internazionale e la diffusione della conoscenza della lingua, della cultura e della scienza italiana, favorendo altresì la proiezione del settore economico e tecnologico dell’Italia nel resto del mondo.

Le borse sono assegnate, in via prioritaria, a studenti stranieri che dimostrino, grazie all’eccellenza del loro curriculum di studi, di essere in grado di portare a termine con profitto gli studi in Italia presso Istituzioni pubbliche. Vedi la lista dei paesi stranieri i cui cittadini possono candidarsi alla pagina “Borse di studio per stranieri” del sito MAE dedicato ai borsisti stranieri:(http://www.esteri.it/MAE/IT/Ministero/Servizi/Stranieri/Opportunita/BorseStudio_stranieri.htm)
Prima di candidarsi, devono essere richieste alle Rappresentanze diplomatiche italiane o agli Istituti Italiani di Cultura nel paese di cittadinanza del candidato eventuali informazioni dettagliate aggiuntive a questa offerta.

Tutti gli studenti interessati devono leggere questo documento con attenzione prima di compilare il modulo di candidatura per acquisire la necessaria familiarità con le condizioni di partecipazione a quest’offerta.

I seguenti punti meritano particolare attenzione:
• Età dei candidati.
• Titoli di studio richiesti.
• Documentazione da presentare.

1. Tipologie delle borse di studio offerte, durata e prerequisiti:
La Rappresentanza Italiana nel paese di cittadinanza del candidato può limitare l’offerta solo ad alcuni tipi di borse tra quelle di seguito indicate. Si prega di controllare sul loro sito questi dati.

Il candidato può chiedere borse di studio della durata di tre mesi per:

1. Corsi di lingua e cultura italiana. Ai candidati è richiesto il certificato d’iscrizione universitaria rilasciato dall’Università straniera di provenienza e l’avvenuto superamento di un test di lingua italiana di livello A1 o superiore. Sono ammessi solo corsi della durata minima di tre mesi, almeno di livello A2, riservati agli studenti universitari, iscritti almeno al 3° anno, che abbiano già superato nel loro Paese almeno un esame universitario di lingua italiana. Sono consigliati i corsi che si svolgono presso le Università per Stranieri di Perugia, di Siena, “Dante Alighieri” di Reggio Calabria e di Roma Tre o di altra Istituzione abilitata al rilascio di attestati di conoscenza dell’italiano come lingua straniera. Sono comunque esclusi tutti i corsi di lingua di livello iniziale e/o di durata inferiore ai tre mesi. Alla conclusione del corso frequentato il borsista dovrà sostenere i relativi esami.

2. Corsi di didattica dell’Italiano. La borsa è riservata ai docenti stranieri che possono documentare l’attività di insegnamento della lingua italiana (LS) presso il Paese di cittadinanza. Sono ammessi solo corsi, della durata minima di tre mesi che si svolgono presso le Università per Stranieri di Perugia, di Siena e di Roma Tre o di altra Istituzione abilitata al rilascio di attestati di conoscenza o di insegnamento dell’italiano come lingua straniera. Alla conclusione del corso frequentato il borsista dovrà sostenere i relativi esami.

3. Progetti di studio o ricerca presso Centri o Laboratori di Ricerca – Biblioteche - Archivi e Musei italiani, non privati. La borsa è riservata per progetti di studio o di ricerca, adeguatamente documentati. Il programma di studio o ricerca del borsista, da attuarsi nelle strutture indicate e per una durata minima di tre mesi, deve essere stato preventivamente accettato, con lettera al candidato, da un Supervisore dell’Istituzione italiana ospitante. Tale Supervisore dovrà accettare di essere responsabile anche del giudizio valutativo del borsista; sia in itinere che al termine dell’attività.

Il candidato può chiedere borse di studio della durata di sei o nove mesi per:

4. Corsi universitari singoli. I candidati devono produrre il certificato d’iscrizione universitaria rilasciato dall’Università straniera di provenienza e l’avvenuta accettazione dall’Istituzione italiana prescelta. Sono preferibili candidati che chiedono una borsa per Corsi Universitari Singoli di Secondo Livello, della durata minima di sei mesi, con lettera di accettazione dell’Università scelta. Alla conclusione del corso frequentato il borsista dovrà sostenere i relativi esami.

5. Corsi universitari di laurea di primo o di secondo livello. La borsa è assegnata di preferenza per Corsi Universitari di Secondo Livello con lettera di pre-accettazione dell’Università scelta. Il borsista può richiedere il rinnovo della borsa per l’anno accademico successivo se rispetta il “Regolamento del borsista”. Per iniziare gli studi di primo livello in Italia, il candidato deve essere in possesso di un attestato comprovante la conclusione di un ciclo di studi a livello di scuola media superiore, valido in loco per l’accesso all’Università. Per iniziare gli studi di secondo livello il candidato deve possedere titoli universitari di primo livello. Alla conclusione dei corsi frequentati il borsista dovrà sostenere i relativi esami.

6. Corsi di alta formazione professionale, artistica e musicale. È richiesto un attestato comprovante la conclusione di un ciclo di studi a livello di scuola media superiore, valido in loco per l’accesso alle Accademie o ai Conservatori statali o legalmente riconosciuti. È consigliato il possesso di una lettera di accettazione dell’Istituzione italiana. I corsi ammessi, della durata minima di sei mesi, sono quelli tenuti da Istituti di Alta Formazione Professionale, Artistica, Musicale e Coreutica (Accademie, Conservatori, ISIA, ecc.), dagli Istituti di Restauro e dalla Scuola Nazionale di Cinema. Alla conclusione dei corsi frequentati il borsista dovrà sostenere i relativi esami.

7. Corsi di didattica dell’Italiano per docenti di italiano. Le borse per la formazione o l’aggiornamento didattico sono riservate ai docenti stranieri di lingua italiana L2 e agli studenti universitari, con titolo equivalente alla laurea breve italiana, che abbiano già superato almeno un esame universitario di lingua italiana nel loro Paese. Le borse sono concesse per seguire corsi specifici, della durata minima di sei mesi, che si svolgono presso le Università per Stranieri di Perugia, di Siena e di Roma Tre o di altra Istituzione abilitata al rilascio di attestati di conoscenza o di insegnamento dell’italiano come lingua straniera. Alla conclusione dei corsi frequentati il borsista dovrà sostenere i relativi esami.

8. Corsi di Master di Io e IIo Livello. Ai candidati è richiesto un titolo accademico corrispondente alla laurea breve o laurea magistrale italiana ed eventuale altra documentazione, secondo il tipo di Master, così come richiesto dall’Istituzione italiana prescelta. Tutti i corsi di master, di Io o di IIo livello, devono avere una durata minima di sei mesi. Non è prevista l’esenzione dal pagamento delle tasse d’iscrizione. Se il corso prevede un periodo di studio fuori dall’Italia, il pagamento della borsa sarà interrotto per il periodo durante il quale il borsista svolge attività di studio o ricerca presso Istituzioni aventi sede fuori d'Italia. Poiché l’accesso ai Master è regolato spesso da una selezione e l’avvio dei corsi è subordinato all’iscrizione d’un numero minimo di partecipanti, è responsabilità del candidato accertarsi dell’effettiva data d’inizio e possibilità di frequenza. Si ricorda che i borsisti hanno diritto alla borsa assegnata solo per il periodo di studio svolto entro il 31/12/2014 e solo se frequentano i corsi prescelti. Alla conclusione dei corsi frequentati il borsista dovrà sostenere i relativi esami.

9. Dottorati di Ricerca. Oltre al possesso dei requisiti indicati al punto precedente, poiché l'ammissione ai Dottorati di ricerca in Italia è regolata da disposizioni molto rigorose emanate dalle singole Università, ai candidati è richiesto di aver preso contatto con l’Ateneo scelto, prima della presentazione della propria candidatura alla borsa, per concordare le condizioni di ammissione.

10. Scuole di specializzazione. (Vedi anche il punto 8). I corsi devono avere una durata minima di sei mesi. Dalle Specializzazioni sono categoricamente escluse tutte le discipline mediche (Cfr. D. Lgs. 08.08.1991 n. 257). Per l’ammissione vedi anche il punto precedente. Alla conclusione dei corsi frequentati il borsista dovrà sostenere i relativi esami.

11. Progetti di Studio o Ricerca individuali o in co-tutela. (Vedi anche il punto 8). Le Borse di Ricerca sono assegnate solo per attività di ricerca presso il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), l’Istituto Superiore di Sanità o altri Enti statali universitari, museali, archivistici di analogo livello e per la durata minima di sei mesi. È indispensabile allegare il programma di ricerca previsto. Sono necessarie anche le lettere di accettazione da parte del docente od esperto supervisore italiano del programma di ricerca predefinito dal borsista e dal responsabile dell’Ente o dell’Istituzione accademica italiana che dovrà ospitare il borsista. Sarà data la priorità a candidati la cui attività di studio e ricerca è prevista da eventuali accordi bilaterali esistenti con l’Istituzione accademica di provenienza del ricercatore. Per ottenere il pagamento di ogni trimestre di borsa, il borsista dovrà inviare al Referente-Paese presso l’Uff. VII della DGSP, oltre alla documentazione prescritta come specificato nel “Regolamento del Borsista”, un giudizio valutativo della attività di studio o ricerca svolta. Tale giudizio dovrà essere stato espresso da parte del supervisore italiano che ha prodotto la lettera di accettazione iniziale. Sono esclusi dal sostegno delle borse di studio tutti i tipi di ricerca libera.

2. Titoli di studio che possono essere ottenuti:
Laurea di primo livello - Laurea Magistrale - Attestato di Corsi Universitari singoli – Diploma di Master di Io o di IIo livello - Dottorato di Ricerca - Attestato o Diploma di completamento ricerca o attività di alta specializzazione professionale, artistica o musicale – Certificati di conoscenza avanzata dell’Italiano o della didattica dell’Italiano come lingua straniera.

3. Commissione di selezione dei borsisti ed istituzione offerente:
Il processo di selezione dei borsisti è condotto dalle nostre Rappresentanze nel paese di cittadinanza del candidato tramite un Comitato ad Hoc o un Comitato Misto con le autorità locali. Il processo di assegnazione e pagamento della borsa, pagata dal Governo Italiano, è condotto dal Ministero degli Affari Esteri, DGSP, Uff. VII, Roma.

4. Istituzioni Universitarie Italiane che possono accogliere i borsisti:
Le borse sono concesse per svolgere programmi di studio, formazione e/o ricerca presso Istituzioni Italiane statali o legalmente riconosciute scelte dal Candidato previa approvazione della Commissione di selezione. Indicativamente le Istituzioni ammesse sono:
• Università degli studi, Istituti universitari e Politecnici.
• Istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale, Conservatori.
• Istituti di Restauro.
• Scuola Nazionale di Cinema.
• Centri o laboratori di ricerca, archivi e musei italiani che abbiano accordi con corsi universitari e post-universitari stranieri cui il candidato è iscritto o che offrano collaborazione istituzionale a studiosi o ricercatori stranieri tramite Supervisori a questo preposti dal Direttore dell’Istituzione. Non possono essere concesse borse per la frequenza di corsi presso:
• Istituzioni straniere (Università, accademie, biblioteche, scuole di qualsiasi natura), anche se ubicate in Italia.
• Centri o laboratori di ricerca privati non riconosciuti.
Le uniche deroghe ammesse sono per le borse assegnate nell’ambito dei “Progetti Speciali”.
Si prega di controllare le informazioni per studenti stranieri in Italia sul sito MIUR:
http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/

5
. Durata e data di inizio della borsa di studio:
Per l’A.A. 2013/2014, sono concesse solo borse di studio della durata di tre, sei o nove mesi. Borse di studio di durata inferiore saranno valutate in via eccezionale. La data di decorrenza della borsa non può essere anteriore al 1 gennaio 2014. La borsa non può avere una durata oltre il 31 dicembre 2014.

6. Limiti di età per tutti i candidati:
Il limite d’età per beneficiare della borsa di studio è di norma indicato nei Programmi Esecutivi degli Accordi culturali attualmente in vigore con i singoli paesi. Se non è espressamente stabilito diversamente, non possono essere accolte nuove domande o domande di rinnovo di borsa di studio presentate da candidati di età superiore ai 35 anni alla data di scadenza del presente bando. In nessun caso le borse potranno essere assegnate a candidati non maggiorenni.
Il limite di età di 35 anni viene elevato a 45 anni per le candidature di docenti di lingua italiana, a condizione che svolgano una comprovata attività d’insegnamento della lingua italiana nel Paese di provenienza. Poiché alcune Istituzioni, per proprio regolamento, pongono limiti di età diversi, è opportuno verificare tali limiti direttamente con le Istituzioni interessate.

7. Come candidarsi:
Lo studente dovrà candidarsi alle borse compilando il formulario interattivo in italiano o in inglese
“Borse on Line” disponibile, previa registrazione, sul sito web del Ministero:
http://borseonline.esteri.it/borseonline/it/index.asp
Si prega di leggere con attenzione le relative note esplicative.

8. Data di scadenza per tutte le candidature:
Il termine ultimo di trasmissione telematica del formulario on line, tramite salvataggio della sua versione finale, è fissato per tutte le candidature alla mezzanotte (ora italiana) di Venerdì 31 Maggio 2013. Tutti i candidati saranno informati della ricezione della loro candidatura. Ai candidati selezionati sarà richiesta la presentazione immediata delle copie autenticate dei loro documenti con traduzione in italiano autenticata. Il formulario di accettazione informatizzata delle candidature “Borse On Line” per l’A.A. 2013-2014 è stato opportunamente modificato per rispecchiare le presenti disposizioni. Si precisa che il completamento di un formulario on line presume il rispetto dei normali accorgimenti operativi del caso delineati in calce allo stesso. Precondizione è l’accesso stabile, privo di restrizioni e possibilmente veloce a Internet da parte del computer usato dal candidato.

9. Lingua di studio:
La conoscenza adeguata della lingua italiana costituisce titolo imprescindibile all’ottenimento di una borsa di studio e all’iscrizione ad un corso universitario in Italia e dovrà essere certificata da un attestato. La conoscenza adeguata della lingua italiana costituisce titolo essenziale all’ottenimento di una borsa e all’iscrizione ad un corso universitario in Italia e dovrà essere certificata da un attestato di livello intermedio o B2 (per es. CILS B2, CELI 3, PLIDA B2 oppure INT.IT Roma Tre) o da un attestato di competenza linguistica equivalente rilasciato da un Ente o scuola di lingue locale (per es. Istituto Italiano di Cultura, Sezione della Dante Alighieri etc.). Per l’iscrizione ai Corsi di Alta Formazione, i Corsi trimestrali di lingua e cultura italiana o i Corsi Universitari che si svolgono interamente in lingua inglese, i candidati dovranno almeno dimostrare una competenza minima di lingua italiana certificata da un attestato di livello A2 o dichiarazione equivalente.

10. Numero delle Borse offerte, entità e commissione di selezione:
Queste informazioni sono specifiche al paese di cittadinanza del candidato. Maggiori informazioni in proposito sono fornite dalla Rappresentanza Italiana o dall’Istituto Italiano di Cultura nel paese del candidato. Si prega di controllare sui loro siti web locali queste informazioni.

11. Doveri e responsabilità del borsista in Italia:
I candidati devono prendere buona conoscenza, accettare ed essere pronti ad osservare, pena l’immediata decadenza dal diritto alla borsa, tutte le condizioni di assegnazione della borsa contenute nel “Regolamento del borsista” che potrà sempre essere scaricato, nella versione aggiornata, dalla pagina Borse di studio per stranieri del sito MAE dedicato ai borsisti stranieri:
(http://www.esteri.it/MAE/IT/Ministero/Servizi/Stranieri/Opportunita/BorseStudio_stranieri.htm )
Dalla stessa pagina sono raggiungibili tutti i documenti utili al borsista.

12. Visto d’ingresso in Italia per motivi di studio:
Ciascun borsista deve entrare in Italia già munito di visto d’ingresso per motivi di studio, ottenuto dalla nostra Rappresentanza diplomatica, e valido per tutta la durata della borsa. Sono esenti dall’obbligo di visto i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea e i cittadini di quei Paesi che beneficiano di eventuali accordi bilaterali sottoscritti in materia con l’Italia. I borsisti devono presentarsi, entro 8 giorni dall’ingresso in Italia, all’Ufficio Stranieri della Questura della città dove effettuano i loro studi al fine di ottenere il permesso di soggiorno in Italia per motivi di studio. In caso di entrata in Italia del borsista prima della decorrenza della borsa, per la richiesta del permesso di soggiorno, lo studente dovrà attenersi alle indicazioni specifiche della Questura di competenza.

13 Viaggio di andata e ritorno per l’Italia:
Il viaggio di andata e ritorno per l’Italia non è incluso nella borsa di studio. Le Rappresentanze diplomatiche italiane informeranno i borsisti delle eccezioni eventualmente previste.

14 Pagamento delle rate della borsa:
La liquidazione delle somme spettanti ai borsisti avverrà su base trimestrale e sarà effettuata di norma entro il trimestre di competenza, tramite accreditamento su un conto corrente bancario o postale italiano intestato al borsista. È responsabilità del borsista l’apertura di tale conto e la comunicazione degli estremi al MAE.
Si segnala che per l’A.A. 2013-2014 il Ministero Affari Esteri ha siglato Convenzioni con alcune Università (Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Università Ca’ Foscari di Venezia, Università Bocconi, Università degli studi di Torino, Università degli studi di Milano, Università degli studi di Roma Tor Vergata, Università per stranieri di Perugia, Università per stranieri di Siena, Università per stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria) in virtù delle quali, tra le altre disposizioni, è previsto che tutte le somme dovute a titolo di borsa di studio saranno erogate direttamente dall’Università allo studente con procedura semplificata ed abbreviata.

15. Informazioni sull’Assicurazione contro malattie ed infortuni:
I borsisti stranieri, per la sola durata della borsa di studio concessa dal Governo italiano, godono di una Polizza Assicurativa che copre le eventuali spese per malattie o infortuni. I borsisti che per motivi di studio entrino in Italia prima della decorrenza della borsa o abbiano necessità di rimanervi oltre la sua scadenza, se sono borsisti extracomunitari e quindi non muniti di tessera T.E.A.M. E 111 o E 128 del Paese di appartenenza, dovranno obbligatoriamente stipulare un’assicurazione sanitaria a loro spese. Il permesso di soggiorno per motivi di studio, nei periodi non inclusi nella durata della borsa, sarà rilasciato dalle Questure solo se gli studenti stranieri sono coperti da assicurazione sanitaria valida in Italia.

16. Esenzione concessa ai borsisti dal pagamento delle tasse universitarie:
Le Università italiane esonerano dalla tassa d’iscrizione e dai contributi universitari gli studenti stranieri beneficiari di borse di studio del Governo italiano iscritti a Corsi di Laurea, Laurea Specialistica, Scuole di Specializzazione (escluse quelle dell’area medica) e Dottorati di ricerca (cfr. D.P.C.M. 09/04/2001).
Gli studenti iscritti a corsi singoli, corsi di perfezionamento, inclusi i Master di I e II livello, saranno tenuti al pagamento delle tasse riguardanti i corsi prescelti.

17. Rinnovo della borsa:
Sono accettabili le richieste di rinnovo della borsa di studio, dei cittadini stranieri e italiani residenti all’estero (IRE) per la prosecuzione o il completamento di un corso di studi pluriennale (corsi di Laurea, Specializzazioni, Dottorati di Ricerca). Gli interessati al rinnovo della borsa devono candidarsi on line compilando il formulario interattivo nei modi e nei tempi di tutti gli altri candidati. I borsisti che chiedono il primo rinnovo, dovranno aver superato almeno due esami dell’anno precedente. I successivi rinnovi sono subordinati al superamento di tutti gli esami previsti nel piano di studi per gli anni accademici precedenti e due dell’anno accademico in corso alla data di chiusura del bando. Le borse non possono essere rinnovate per un numero di anni superiore alla  durata legale del corso. I borsisti che hanno superato il limite di età di cui al precedente punto 6 non possono richiedere il rinnovo della borsa.


Ultimo aggiornamento 26 aprile 2013.
Uff. VII, DGSP, MAE, Roma


201