Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Informazione generale Stato civile

 

Informazione generale  Stato civile

Ai sensi del DPR n. 396/2000 i cittadini italiani sono tenuti a dichiarare tutte le variazioni di stato civile, proprie e dei familiari conviventi, che si verificano durante la loro permanenza all'estero.

Per i cittadini iscritti all'AIRE, l'Ufficio Consolare si occupa di aggiornare il proprio schedario e di trasmettere l'atto (o gli atti) di stato civile (nascita, adozione, matrimonio, divorzio, decesso) al Comune italiano di riferimento. Anche i cittadini residenti in Italia possono chiedere la trasmissione degli atti di stato civile relativi ad eventi occorsi nella Circoscrizione consolare

Si ricorda che i cittadini possono consegnare gli atti di stato civile, debitamente legalizzati e tradotti, anche direttamente al Comune italiano di appartenenza (art. 12, comma 11, DPR 396/2000). In questi casi, dopo aver consegnato direttamente l'atto al Comune, è comunque consigliabile consegnarne una copia all'Ufficio Consolare per l'aggiornamento dei dati dello schedario consolare.

I cittadini iscritti all'A.I.R.E. nella circoscrizione consolare per i quali avvenga una variazione di stato civile in Italia (ad esempio, la celebrazione di un matrimonio, la nascita di un figlio, il decesso di un familiare, ecc.) devono comunicarlo anche a questo Consolato Generale affinché venga aggiornato lo schedario consolare.

Modalità di presentazione della domanda

I cittadini possono presentare/inviare la documentazione di stato civile:

  •  per posta ordinaria all’indirizzo di questo Consolato Generale
  •  personalmente presso questo Consolato Generale, previo appuntamento online
  •  all'Ufficio Consolare Onorario competente per la località di residenza

AVVERTENZA

Si ricorda di comunicare i dati nella loro completezza e con la massima accuratezza per evitare sia rallentamenti nell'iter procedurale, sia le responsabilità anche penali derivanti le dichiarazioni false o mendaci previste dalla Legge 445/2000

Gli atti da trasmettere devono rispettare i seguenti requisiti:
- devono essere originali (non sono dunque valide le fotocopie)
- in caso di errori, devono contenere le rettifiche autorizzate dal "Juez Encargado del Registro Civil" spagnolo, effettuate prima della presentazione al'Ufficio Consolare.


36