Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Richiedere iscrizione all'A.I.R.E.

 

Richiedere iscrizione all'A.I.R.E.

1. L'iscrizione all’AIRE si richiede mediante il portale dei servizi consolari online Fast It .

Per informazioni sulla registrazione al portale consultare l'apposita pagina.

Documentazione necessaria:
1. Modulo di richiesta generato da FastIt e firmato dal richiedente a mano con firma autografa, con firma digitale certificata o eventualmente senza firma se l’accesso è stato effettuato con SPID .

2. copia di un documento d’identità italiano del richiedente (passaporto con pagina della firma del titolare o carta d'identità fronte e retro). Nel caso venga richiesta l'iscrizione di altri componenti del nucleo familiare all'estero, residenti nella stessa abitazione, occorrerà allegare anche la copia del documento di ognuno di essi. I cittadini sprovvisti di documento d'identità italiano devono allegare un documento d’identità straniero in vigore. I cittadini muniti di un documento d’identità italiano scaduto devono allegare il documento italiano scaduto e un documento straniero in vigore. Inoltre, cittadini nati all’estero possono allegare anche una copia dell'atto di nascita, i cui estremi sono necessari per finalizzare l’iscrizione. I cittadini che hanno subito il furto/smarrimento del proprio documento d'identità possono allegare copia della denuncia fatta dinanzi alle Autorità di Polizia locali.

3. documentazione recente (riferita agli ultimi tre mesi antecedenti la data di presentazione della richiesta d’iscrizione) comprovante la residenza attuale nella circoscrizione consolare di questo Consolato Generale (obbligatoria ai sensi del D.L. 223/2012). Le prove di residenza ammesse sono: certificato di "empadronamiento" recente, fatture relative ad utenze acqua, luce, gas o telefono/internet, copia del certificato rilasciato dal “Registro Central de Ciudadanos de la Unión Europea”, contratto d’affitto intestato all’interessato, firmato da tutte le parti e con numero di riferimento catastale, contratto di lavoro intestato all’interessato, matricola del corso di studi.

ATTENZIONE: La prova di residenza deve recare nell’intestazione il nome e l’indirizzo degli interessati. Documenti bancari, comprese le ricevute bancarie delle utenze sopracitate, non sono considerati una prova di residenza valida. Si ricorda anche che le autocertificazioni NON vengono accettate come prova di residenza per la richiesta di iscrizione A.I.R.E. (D.L. 223/2012).
Informazioni aggiuntive relative all'iscrizione AIRE di minorenni

Iscrizione A.I.R.E. di un minore convivente con entrambi i genitori

Si effettua l’iscrizione A.I.R.E. secondo indicazioni menzionate qui sopra. Sarà obbligatorio caricare: i documenti d’identità di tutto il nucleo familiare, le prove di residenza di tutto il nucleo familiare e un solo modulo di richiesta per tutta la famiglia con le firme di entrambi i genitori.

Iscrizione A.I.R.E. di un minore convivente con un solo genitore

Essendo necessario il consenso del genitore non convivente, anche se straniero, la richiesta d’iscrizione A.I.R.E. di un minore convivente con un solo genitore deve essere effettuata eccezionalmente via posta cartacea, inviandola in una busta chiusa all’indirizzo del Consolato Generale.
Modello d’iscrizione A.I.R.E. di un minore convivente con un solo genitore - CLICCA QUI

La richiesta di iscrizione/variazione A.I.R.E. di un minore non convivente con entrambi i genitori deve essere sottoscritta da entrambi gli esercenti la responsabilità genitoriale e corredata dalle copie dei documenti d'identità di entrambi i firmatari.

In difetto dell'espressione di volontà di entrambi i genitori, la domanda dovrà essere comunque integrata con il foglio consenso non firmato e con le spiegazioni del mancato consenso. Il consenso deve essere attuale, ossia riferito a non più di 6 mesi dalla firma.

Qualora l’interessato non possa fornire il consenso dell’altro genitore, ad esempio per morte dell'altro genitore o per provvedimento giurisdizionale interdittivo della sua genitorialità o perché il minore è stato riconosciuto da un solo genitore, dovrà fornire evidenza documentale della situazione dichiarata. Qualora l'interessato dichiari invece la semplice impossibilità di ottenere il consenso dell'altro genitore, ad esempio, nel caso di irreperibilità dello stesso, dovrà fornire le ultime coordinate conosciute dove risulta potenzialmente rintracciabile, intendendo come tali non solo l'indirizzo, ma anche eventuali contatti telefonici o di posta elettronica.

Iscrizione A.I.R.E. di un neonato

Se un neonato nasce in Spagna e risiederà all’estero con entrambi i genitori o con un solo genitore, straniero o italiano, l’iscrizione A.I.R.E. del neonato verrà effettuata automaticamente con la richiesta di trascrizione della nascita senza necessità di presentare una iscrizione A.I.R.E.; basta solo la richiesta di trascrizione nascita.
Per maggiori informazioni sulla trascrizione dell’atto di nascita, si prega di consultare l’apposita voce all’interno della sezione “Stato civile” su questo sito.
***

2.Informazioni sul procedimento

Si sottolinea che la procedura di registrazione offerta da Fast It inizia il procedimento d’iscrizione all’AIRE, con il vantaggio di ridurre al minimo errori di digitazione o l’invio di domande incomplete, grazie alle funzionalità di inserimento automatizzato ed assistito.

Si ricorda il termine nicame di legge per la lavorazione delle pratiche d’iscrizione/aggiornamento AIRE è di 180 giorni a partire dalla presentazione della domanda completa di tutti i documenti necessari. Qualora la domanda risulti incompleta, la richiesta di documenti integrativi e di eventuali ulteriori informazioni verrà effettuata direttamente agli interessati, sul medesimo portale Fast It, interrompendo così i termini suddetti. Si raccomanda pertanto di monitorare la sezione relativa alle comunicazioni disponibili sul citato portale Fast It.
Una volta esperiti positivamente i controlli da parte dell’Ufficio consolare, l’utente potrà visualizzare sul portale Fast It l’avvenuta trasmissione al Comune italiano di riferimento, a conclusione della fase di competenza consolare. Infatti la legge 27 ottobre 1988, n. 470, istituendo l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.) ha lasciato ai Comuni italiani la titolarità delle funzioni anagrafiche. La conclusione dell’intero procedimento verrà comunicata direttamente agli interessati da parte del Comune italiano d’iscrizione.

ATTENZIONE: Una volta che lo stato della pratica sul portale risulta come “Trasmessa al Comune”, si considera concluso positivamente il lavoro di questo Consolato Generale. Tuttavia, finché il Comune non conferma l’iscrizione direttamente all’interessato/a, non ci si può considerare correttamente iscritti all’A.I.R.E.

FASTIT: CONSIGLI UTILI PER RICHIEDERE L’ISCRIZIONE A.I.R.E.

Prima di avviare la procedura online, si consiglia di assicurarsi di disporre di stampante e scanner. Si consiglia altresì di effettuare la procedura con un computer o tablet e non con un cellulare.

• Quando si è in possesso dei tre documenti richiesti (formulario firmato, documenti identificativi e prova di residenza – dimensioni massime 1 MB, formato PDF o JPG) bisogna tornare sulla pagina di richiesta della richiesta per concludere la pratica; se non si caricano i tre file non compare il bottone “Inviare la richiesta”.

• Si ricorda che è possibilie caricare più di un foglio per ogni file richiesto.

• Se si usa un traduttore automatico, è possibile che il portale non funzioni correttamente.

• È importante indicare correttamente la propia email in quanto le conferme dei servizi o eventuali comunicazioni vengono effettuate via email. Si ricorda di controllare anche la casella “spam” per non perdere nessuna comunicazione.

RIGETTI: qualora la domanda risulti incompleta verrà rigettata e l’interessato riceverà una mail d’avviso che rinvia al portale. I motivi del rigetto verrano indicati nel messaggio di rigetto visualizzabile dal portale.

• Documentazione supplementaria o eventuali informazioni verranno richieste, di norma, direttamente agli interessati via portale.

• I messaggi del portale FASTIT sono unidirezionali e servono nicamente a notificare eventuali rigetti. Non si darà risposta ad eventuali conversazioni avviate tramite il portale FASTIT.

• Se l’utente ha già aperto un’utenza PrenotaOnline oppure una utenza FASTIT presso un altro ufficio consolare, prima di iniziare la richiesta può contattare la sede precedente e richiedere la dissociazione del proprio profilo online dal loro schedario, oppure può comunicare la variazione di sede direttamente sul portale tramite la procedura di “Cambio indirizzo”, oppure debe cancellare la propia utenza nella sede precedente e poi creare un nuovo account FASTIT presso la sede “Consolato Generale d’Italia a Barcellona”.


242